1000 Miglia Srl utilizza i cookies per migliorare l’esperienza di chi naviga questo sito. Se prosegui la navigazione acconsenti a questo trattamento. Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra “cookie policy”.

Mille Miglia

Tradizione sportiva

Un antico motto sosteneva che nelle vene dei bresciani scorra benzina al posto del sangue.
L'innata passione per le corse prese vita in città già sul finire del diciannovesimo secolo:
dal 1895 al 1898 in Italia furono disputate solo tre competizioni motoristiche, ma nel 1899 le gare furono ben venti.

La prima apparizione di un veicolo da corsa sul territorio bresciano avvenne il 14 marzo 1899, nel corso della Verona-Brescia-Mantova-Verona: a vincere, a bordo di un triciclo Prinetti e Stucchi, fu tal Ettore Bugatti…

I bresciani, pur se coinvolti nell'organizzazione veronese, vollero una gara tutta loro. Decisero quindi di organizzarne immediatamente due, che si svolsero la prima il 10 settembre e la seconda il giorno seguente.

La domenica fu disputata sulla circonvallazione cittadina di 6 km - oltre ad una gara motociclistica - la Corsa Automobilistica di Velocità - Brescia; il lunedì prese il via la Brescia-Mantova-Verona-Brescia, con percorso di 223 km.

La vocazione motoristica è testimoniata anche dalle sei aziende costruttrici di automobili che sorsero a Brescia nei primi anni del Ventesimo secolo.

Nel 1904 fu approntato il Circuito di Brescia, sulle strade che collegano il percorso Brescia-Cremona-Mantova-Brescia, per un totale di 185 Km da ripetere due volte.

La prima gara fu disputata il 5 settembre 1904 in occasione della Settimana di Brescia.

L'anno successivo la "settimana" fu replicata ed il 9 settembre 1905 sul Circuito di Brescia fu disputata la prima Coppa Florio.

Fin dopo la Prima Guerra Mondiale non furono indette a Brescia altre competizioni, ma la ripresa avvenne alla grande. Grazie al bresciano d'adozioneArturo Mercanti la città ottenne di organizzare il Gran Premio d'Italia, che fu inserito in un'ampia serie di manifestazioni indette sotto il nome diCircuito Internazionale

Automobilistico-Aereo, nel 1921. Oltre al "Chilometro Lanciato", e ad altre gare per le categorie minori, la maggiore attenzione era ovviamente centrata sul nuovo Circuito di Brescia, detto anche Circuito della Fascia d'Oro, nome della località dove venne dato il via, il 4 settembre, al 1° Gran Premio d'Italia.

Nel 1922, con grande disappunto dei bresciani, Mercanti aprì l'Autodromo di Monza, dove il Gran Premio d'Italia è ancor oggi disputato.

La grande passione per i motori aveva indotto i bresciani a costituire un loro Automobile Club già nel 1906, fino al 1926 sezione dell'A.C. Milano.

Sulla base del nuovo ordinamento del Regio Automobile Club d'Italia, attuato con regio decreto del 14 novembre 1926 - che introduceva pure ilPubblico Registro Automobilistico, il PRA, l'Automobile Club di Brescia fu ufficialmente costituito.

Il 18 gennaio 1927 aprì la sede di Corso Magenta, dove ebbe subito inizio l'attività organizzativa della prima Coppa delle Mille Miglia.

Il nome Mille Miglia e il marchio con la Freccia Rossa, da quel giorno, restano inalienabile proprietà dell'Automobile Club Brescia.

Sin dalla fondazione, è stata mantenuta viva una tradizione che identifica l'ACI Brescia tra i sodalizi più sportivi, non solo a livello nazionale.Circuito di Brescia, Circuito del Garda, Brescia-Edolo-Pontedilegno, Scalata al Colle S. Eusebio, Trofeo Lumezzane, Cronoscalata del Monte Maddalena, sono solo alcune delle competizioni organizzate dal Club bresciano, proseguendo l'opera e la passione del grande Renzo Castagneto.

Per questi motivi, l'Automobile Club di Brescia non potrà mai prescindere dalla sua corsa e produrrà sempre il massimo sforzo possibile per mantenere inalterato questa immensa eredità di ardimento e ingegno che ha scritto indimenticabili pagine di storia.

Tra i ruoli dell'ACI Brescia c'è anche quello di preservare la tradizione motoristica bresciana e quell'immenso patrimonio sportivo, umano e culturale costituito dalle competizioni che sono state disputate sul territorio bresciano dal 1899 ad oggi.

Anche quest'anno, l'A.C. Brescia ha mantenuto in calendario tre corse, Il Rally Internazionale 1000 Miglia, la cronoscalata Trofeo Vallecamonica -Malegno-Ossimo-Borno e il Rally Ronde ACI Brescia.