LA PRIMA COPPA USA VA A JOHN E JULIE HERLIHY

L’equipaggio della categoria Veteran composto da John e Julie Herlihy, alla guida di una Jaguar XK120 OTS Roadster del 1953 vince l’edizione 2019 del 1000 Miglia Warm Up Usa.

L’equipaggio vincitore è stato premiato con la Prima Coppa USA. Sul podio, al secondo posto, sale l’equipaggio della categoria Novice composto da Eric Oberlander e Scott Laroque alla guida di una Ferrari GT Coupè Boano del 1956 e al terzo posto, Josh e David Simpson alla guida di una rossa Jaguar XK 120 DEL 1956. Randy Simon e Sharon Swart, alla guida di una Lancia Flaminia Touring Spider sono i vincitori della Post 1000 Miglia Era class seguiti da Phelim Kavanagh e Vittorio Cappelletti alla guida di una BMW M4 GTS del 206 e da Jude Alexander con Charles Cloutier a bordo di una Ferrari 512 TR del 1992. L’evento, che si è tenuto dal 23 al 26 ottobre a Middleburg, a Washington DC e negli iconici dintorni, ha visto una giornata di training sulle gare di regolarità seguita da una competizione della durata di tre giorni dove sono stati percorsi più di 900 km. La gara di regolarità, in pieno stile 1000 Miglia, si è conclusa sul suolo italiano nella splendida cornice di Villa Firenze, residenza dell’ambasciatore italiano a Washington D.C.

“Il 1000 Miglia Warm Up USA del 2019 è stato caratterizzato da equipaggi competitivi, strade meravigliose e fan entusiasti, proprio come la gara in Italia”, ha dichiarato Alberto Piantoni, CEO di 1000 Miglia. “Presentare la 1000 Miglia a un pubblico statunitense è un passo importante, il linea con l’obiettivo di farci riconoscere a livello internazionale”.

L’evento ha visto gareggiare 22 auto appartenenti a due classi: la Classe 1000 Miglia Era rappresentata dalle stesse auto che sono elegibili per 1000 Miglia, quelle costruite tra il 1927 e il 1957 e la Classe Post-1000 Era rappresentata da auto sportive, touring e supercar costruite dal 1958 ad oggi.

“Grazie a 1000 Miglia, alla passione e alla dedizione per le auto storiche, all’amore per l’Italia e le tradizioni italiane, abbiamo portato negli Stati Uniti un’esperienza italiana per eccellenza”, ha affermato l’ambasciatore italiano negli Stati Uniti, Armando Varricchio.“Insieme ci siamo lanciati in una nuova avventura che sta diventando una tradizione meravigliosa. Il pubblico americano ha avuto l’opportunità, negli ultimi tre giorni, di ammirare auto straordinarie non solo in alcuni magnifici luoghi con grandi tradizioni storiche in Virginia, West Virginia e Maryland, ma anche a Washington DC, la capitale degli Stati Uniti, vicino a Capitol Hill e al monumento a Washington. Bellezza, velocità, competizione, lavoro di gruppo, tradizioni di lunga data e visione per il futuro sono parte integrante di questa gara.”

Il vincitore della Coppa USA e altri 5 equipaggi hanno anche ottenuto l’accettazione alla 1000 Miglia 2020 che si disputerà in Italia dal 13 al 16 maggio 2020.

I partner di questa edizione: Chopard, Alfa Romeo, Alitalia, la Città di Middleburg, il Fairmont di Georgetown, Creighton Farms, Summit Point Motorsports Park, Competizione & Sports Cars e l’Ambasciata d’Italia a Washington.

Leggi il comunicato stampa completo

Per ulteriori informazioni visitate la pagina www.1000miglia.it/warmupusa2019